Dietro ad ogni impresa incredibile c’è sempre una grande squadra.

La North Cape Expedition è una squadra eccezionale, un gruppo che si è formato un po’ per caso e, per chi al caso non ci crede, forse perché certe menti simili, quando si incontrano, amano interagire per poter creare qualcosa di più grande insieme.

Questo è quello che è capitato a noi durante questa impresa.

La squadra della North Cape Experdition si è formata così…. lentamente.

I capostipiti di questa avventura sono i “Girandola” (Tiziano e Adriana), una coppia solida, granitica, abituata ad affrontare insieme le sfide della vita, sempre a testa alta e senza arrendersi mai.

Timidamente, ma con grande decisione, pochi giorni prima della partenza a questa coppia si è affiancata “Miss. Prime” (Silvia). Appassionata di fotografia e di scrittura, con la sua sensibilità ha voluto dare un contributo alla spedizione cercando di rendere immortali le emozioni vissute durante questo viaggio.

Dietro le quinte però ci sono state altre persone, elementi indispensabili per la buona riuscita di questa impresa.

Il Team della The North Cape Expedition è infatti formato da una squadra On The Road, che tutti quelli che ci hanno seguito hanno imparato a conoscere, ma anche da una squadra “dietro le quinte” che merita di essere svelata e ringraziata pubblicamente per il supporto dato.

Primo fra tutti deve essere ringraziato Mr. Prime (Davide) che ha lasciato partire Miss. Prime. Non tutti i mariti avrebbero accettato una cosa del genere, durante le vacanze di Natale e con due bambini piccoli. Ma Mr. Prime è unico, inimitabile!! Non ci sono parole per descrivere la sua capacità d’intesa, comprensione e simbiosi con Miss. Prime. A loro è bastato guardarsi negli occhi e tutto si è incastrato alla perfezione come sempre!! Grazie alla fiducia che ha accordato alla squadra On The Road e con il tuo sostegno ci siamo sentiti più tranquilli nell’affrontare questa impresa e abbiamo potuto concentrarci solo su quello che dovevamo fare in viaggio, tranquilli del fatto che avrebbe gestito alla grande questi giorni in solitaria con i bambini. Grazie!!

Per rendere questa impresa fruibile da più persone possibili in quest’era digitale, ci siamo affidati ad una coppia eccezionale: i Caravan Trip (Mareika e Mattia).

Con le loro competenze informatiche, capacità ed esperienza hanno creato a tempo di record, prima della nostra partenza, un sito internet interamente dedicato a noi. Ci hanno aiutato a gestire questo spazio virtuale aggiornando in tempo reale, durante il nostro viaggio, tutto il materiale che riuscivamo ad inviargli. Hanno saputo guidarci con i loro consigli in questo mondo che non eravamo abituati ad utilizzare. Grazie mille ragazzi siete stati un supporto fenomenale!!

Per rendere quest’avventura fruibile in tutto il mondo abbiamo cercato anche una valida interprete dei nostri testi, la mitica Yumi. Si è resa disponibile a tradurre in tempo reale i documenti che scrivevamo durante il viaggio consentendo la pubblicazione bilingue del nostro sito. Ma Yumi non è stata solo una semplice traduttrice. E’ stata una fonte di sorriso impareggiabile. Con le sue espressioni colorite e i Minions che mandava nelle chat di Messenger ha portato il sorriso nei nostri cuori.

Avere questa squadra alle spalle che vegliava su di noi dall’Italia ci ha reso più forti e più tranquilli. Nei momenti di difficoltà ci bastava mandare un “toc toc” nella chat del CDA della spedizione ed eravamo certi che qualcuno di loro avrebbe risposto aiutandoci a risolvere la situazione.

Con la loro efficienza ci hanno aiutato a trovare campeggi aperti nel deserto di neve in cui ci trovavamo, ci hanno coordinato un Pit Stop alle gomme degno del box della Ferrari, ci hanno guidato verso la meta facendoci sentire meno soli in quel territorio sconosciuto. Senza il loro contributo sicuramente sarebbe stato tutto più difficile.

Grazie ragazzi!! Grazie di cuore per aver conquistato insieme a noi questo obbiettivo, per aver sofferto e gioito insieme a noi durante questa avventura. Sarete sempre nei nostri cuori e chissà che un giorno la chat del CDA non riprenda vita per una nuova avventura insieme….

Share This