Benvenuto nel nostro diario di viaggio

Dall'Italia a Capo Nord in caravan

31 Dicembre 2016

Dopo la partenza da Verona il “driver” Tiziano ha guidato macinando chilometri su chilometri, facendo solo alcune soste tecniche per rifornimento di gasolio e pause pranzo, portando la spedizione fino alla prima sosta del dormire a Malmo in Svezia. Km. percorsi 1722!!

Non abbiamo trovato traffico e le condizioni meteo ci hanno consentito di procedere con una buona andatura.

La roulotte viene mantenuta ad una temperatura costante di 18° durante il viaggio sia per evitare eventuali congelamenti e rotture degli impianti ad acqua sia per avere un confort gradevole nei momenti di sosta. A tale scopo è stato installato, ad integrazione del riscaldamento a gas di serie, un riscaldatore supplementare a gasolio Eberspächer Airtronic D4 plus.

Eberspächer Airtronic D4 plus

Per Tiziano, amante del buon caffè ristretto italiano, la spina nel fianco è il caffè che si beve nei punti di sosta dei benzinai. Oltre a non essere affatto buono abbiamo avuto anche il piacere di pagare un caffè 2,40 euro!!

I bagni in Germania sono spesso a pagamento con il tornello: 0,70 € per ogni ingresso in cui viene poi rilasciato un voucher di 0,50 € da spendere nei vari bar della catena.

Eberspächer Airtronic D4 plus

Per cena ci siamo fermati a Malmo in un’area parcheggio dotata di servizi. Abbiamo anche attaccato il generatore per ricaricare un po’ le batterie della roulotte.

Abbiamo festeggiato il Capodanno a modo nostro, brindando in anticipo visto il sonno imminente e giustificato di Tiziano.

Per dormire ci siamo spostati alcuni chilometri più avanti e abbiamo optato per il parcheggio di un centro commerciale che ci sembrava più sicuro e controllato.

A far parte della spedizione ci sono anche le due gatte della famiglia Girandola: Martina e Novaljia.

Martina ha 7 anni ed ha già partecipato alla spedizione a Rovanjemi nel 2010.

Novaljia ha 3 anni e per lei questa è la prima volta di un viaggio così lungo ed impegnativo.

Le gatte viaggiano nei loro trasportini e non patiscono affatto l’auto. Quando hanno bisogno di sgranchirsi le zampe si fanno ben capire e vengono liberate a turno, perché sennò si fanno i dispetti. C’è chi va ad accoccolarsi sulle gambe di Tiziano e chi invece preferisce posizionarsi sui nostri giacconi nel vano posteriore.

Per i bisogni le gatte possono usare la loro lettiera posizionata nel bagno della roulotte.

Felici e soddisfatti della prima tappa effettuata ci addormentiamo salutando l’arrivo del 2017.

29 e 30 Dicembre 2016

La giornata del 29 e la mattinata del 30 trascorrono all’insegna del relax in attesa della ripartenza: bisogna ricaricarsi di energia in vista dei molti chilometri da percorrere.

L’equipaggio della North Cape Expedition si sincronizza per la partenza nel pomeriggio del 30 verso le 18 dall’agricampeggio “Società Agricola Corte Finiletto”. La macchina viene consegnata in tempo dall’officina “Perina” dopo essere stata revisionata con efficienza e professionalità in ogni sua parte, consentendo a Tiziano di essere tranquillo per la ripartenza.

A seguito della nostra domanda se fosse stato possibile prevenire questo inconveniente l’officina ci hanno spiegato che l’unica avvisaglia si sarebbe potuta riscontrare da un attenta analisi dell’olio del cambio che presentava dei residui ferrosi indicativa dell’usura del convertitore. Questa analisi purtroppo è stata sottovalutata dall’officina Jeep di Genova dove sono stati fatti tutti i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in vista del viaggio.

Alle 19:30 del 30 dicembre, nonostante tutte le vicissitudini che hanno colpito la spedizione, non ci siamo fatti scoraggiare e abbiamo deciso di ripartire nuovamente. Questa volta, forse un po’ per scaramanzia dovuta alle numerose ed inspiegabili disavventure, abbiamo deciso di non divulgare in alcun modo la notizia sui social network posticipando eventuali pubblicazioni come minimo nell’anno nuovo e almeno dopo aver toccato il suolo svedese.

28 Dicembre 2016

Il 28 la Bia riaccompagna i Girandola all’officina Jeep dove si stava ultimando l’intervento di sostituzione del filtro e dell’olio del cambio.

La macchina viene finalmente riconsegnata a Tiziano per le 11:00 ma l’officina specifica che l’intervento consentirà forse alla Jeep di poter tornare a Genova ma senza nessuna garanzia sulla sua effettiva efficienza.

Tiziano decide quindi di tornare a casa con la roulotte provando a rischiare il viaggio.

Strada facendo e rimuginandoci sopra non riesce però a rinunciare al suo desiderio di intraprendere questa avventura. Fa un paio di telefonate e, tramite l’amico Pino, scopre che a Verona esiste un’officina specializzata in rigenerazione di cambi, in grado di restituire al cambio in due giorni la sua piena funzionalità.

C’è poco da pensarci su…. a Pavia si cambia la destinazione e si punta su Verona mentre nel viaggio si avverte Silvia di tenersi pronta perché si riparte!

27 Dicembre 2016

Il 27 inizia con una serie di telefonate da parte del personale dell’autorimessa Riva Sa che si mette alla ricerca di un concessionario Jeep in grado di fare una diagnosi precisa sull’accaduto.

Macchina e roulotte vengono quindi spostate con il carro attrezzi a Mendrisio dove viene confermato un problema al convertitore del cambio.

Mentre si cerca di trovare una soluzione al problema anche l’equipaggio delle Bia si prodiga per dare una mano spostando la roulotte nel loro rimessaggio e accogliendo i Girandola, che festeggiavano il compleanno di Adriana, per una bellissima e spensierata serata alla quale partecipa anche Schultz arrivato a sorpresa.

26 Dicembre 2016

Il 26 i Girandola (Tiziano e Adriana) ed i Prime (Silvia e Davide), nickname che li identifica all’interno del loro Club di appartenenza (InCaravanClub), si riuniscono in Svizzera per trascorrere la giornata di attesa insieme. Ma c’è una sorpresa in arrivo e all’ora di pranzo, complici i Prime, altri cinque equipaggi di InCaravanClub raggiungono i Girandola in questa pausa forzata dal viaggio cercando di tirargli su il morale. Le clacsonate delle auto anticipano l’arrivo dei Jurassico, Willy, Manfrin, Chef e Gorgoidro.

Dopo i primi momenti di euforia, stupore e commozione non si perde altro tempo e si allestisce una tavolata con degli aperitivi e un pentolone d’acqua per cuocere la pasta per tutti.

Si trascorrono un paio d’ore in allegra compagnia cercando di risollevare gli animi ancora delusi da questa inaspettata vicenda.

I Girandola rimangono colpiti da questo gran coinvolgimento da parte degli equipaggi del club ICC che nonostante il periodo di festa e le partenze programmate per le vacanze non hanno esitato a dedicargli una parte della loro giornata.

In questo modo hanno sicuramente avuto una grande carica per affrontare con uno spirito più forte il responso dei meccanici sullo stato della loro auto.

25 Dicembre 2016

Il dispiacere per l’interruzione forzata del viaggio è forte e con grande delusione ci apprestiamo a vivere il nostro Natale.

Il 25 lo trascorriamo storditi dall’incredulità di quanto accaduto. I controlli preventivi fatti sul mezzo sono stati talmente tanti e accurati che mai ci saremmo aspettati che proprio la macchina ci avrebbe potuto creare dei problemi.

Cerchiamo comunque di non perdere il buon umore in questa giornata festiva mangiando un po’ di panettone e brindando.

Facebook

Categorie

Eberspacher
San Rocco nautica campeggio
Share This